Sei in: ARTISTI | MARTA MEZYNSKA

MARTA MEZYNSKA

Bialystok (Polonia), 1981

  • CV

Marta Mezynska è la cronista della metropoli. Le sue case – colte sempre frontalmente – ci offrono facciate dai ritmi sincopati, dove le architetture ingaggiano intriganti contrappunti formali e cromatici in un costante gioco di rimandi astratti. Più veri del vero e tuttavia impossibili nelle loro armonie troppo perfette, gli edifici di Mezynska ci immergono in suggestive atmosfere metafisiche. Nel guardare le sue opere ci illudiamo, magari riconoscendo una città, di cogliere un senso, una spiegazione, ma l’immagine resta per certi versi inafferrabile, e per questo ancora più seducente. È come se il pennello dell’artista avesse creato una realtà altra, una realtà aliena in cui le case respirano di un proprio personale respiro, esistono, pensano e provano emozioni a prescindere da noi.

Marta Mezynska nasce a Bialystok (Polonia) nel 1981. Si laurea all’Accademia di Belle Arti di Varsavia e frequenta corsi di mosaico e pittura all’Accademia di Carrara grazie al programma Erasmus. Il suo lavoro, caratterizzato dalla costante presenza di disegni architettonici, è un tributo al padre architetto, prematuramente scomparso. Le sue opere fanno parte di collezioni private in Italia e all’estero. Nel 2019 ha preso parte alla mostra collettiva all’Hotel Galleria Vik a Milano, un progetto volto a valorizzare le eccezionali architetture dell’hotel di lusso con murales e affreschi dipinti a mano. Vive e lavora a Milano.