Sei in: ARTISTI | Silvia Levenson

Silvia Levenson

Buenos Aires, 1976

  • CV

Quella che si snoda attraverso i lavori di Silvia Levenson è una narrazione inquietante, dove la magia svela la propria ambiguità e le proprie trappole. Con grazia e delicatezza, nelle trasparenze del vetro spesso declinate in colori tenui, l’artista ci rivela il lato oscuro delle favole e il pericolo che spesso si annida, per la donna, proprio all’interno della rassicurante quotidianità famigliare.

Silvia Levenson nasce in Argentina nel 1957, ma vive e lavora in Italia dal 1981. Nel corso della sua carriera ha collaborato a diversi progetti indirizzati all’integrazione di rifugiati e migranti. Una delle sue mostre itineranti più recenti è Identidad Desaparecida, un progetto di denuncia che ha girato il mondo, il cui scopo è quello di alludere alle centinaia di bambini che sono stati rapiti e dati in adozione illegale durante la dittatura militare in Argentina. Il suo lavoro fa parte di importanti collezioni pubbliche e private in tutto il mondo come il Corning Museum of Glass, il New Mexico Museum of Art di Santa Fè, Houston Fine Art Museum, il Toledo Museum of Art, il Mint Museum di Charlotte, il MUDAC di Lausanne, l’Alexander Tutsek-Stiftung di Monaco, il Museo del Castello Sforzesco a Milano, il Museo del Vetro di Murano, la Fondazione Remotti a Camogli e la Fondazione Banca San Gottardo. Vive e lavora a Lesa (IT).