Sei in: ARTISTI | Giorgio Laveri

Giorgio Laveri

Savona, 1953

Nelle opere dell'artista Giorgio Laveri sono presenti riferimenti espliciti all'arte del XX secolo. Le opere sono gigantografie della quotidianità e si pongono tra la poetica del ready-made duchampiano e la Pop Art americana fatte collimare in creazioni di ceramica che divengono esempio dell'altissimo artigianato italiano. La critica al consumismo di Laveri passa attraverso le immagini e i titoli delle sue opere, l'ironia e il desiderio di una riflessione coinvolgono attivamente l'osservatore che, catturato dalla lucentezza delle superfici, si trova intrappolato in un limbo dove realtà e immaginazione si fondono e confondo al tempo stesso in una continua trasmigrazione.

Giorgio Laveri nasce a Savona nel 1953. Dopo gli studi di formazione professionale sulla regia televisiva inizia ad avvicinarsi alla pittura e negli anni '80 prende avvio la sua personale sperimentazione con la ceramica. Senza abbandonare la vocazione cinematografia, ha ottenuto importanti riconoscimenti in campo artistico, tra cui si segnala la partecipazione nel 2011 alla mostra conclusiva della 54° Edizione della Biennale di Venezia presso il Padiglione Italia del Palazzo delle Esposizioni di Torino. Le sue opere sono state esposte in importanti spazi pubblici e musei a livello nazionale e internazionale: dal Complesso Monumentale del Pramàr di Savona alla Florida, dallo Château-Musée Renoir a Cagnes sur Mer a Strasburgo, dal Palais de la Méditerranée di Nizza a Hong Kong.