Sei in: ARTISTI | CLAUDIO FILIPPINI

CLAUDIO FILIPPINI

Castenedolo, 1953

Nella pittura di Claudio Filippini il paesaggio è l’elemento dominante di una poetica dove la realtà è termine visibile delle emozioni. Nei suoi dipinti rivela una sensibilità intessuta nel rispetto verso il paesaggismo lombardo del nostro secolo e della nostra storia. Nella fedeltà maniacale e stupefacente, ogni opera attira a sé il fruitore, quasi a volerlo assicurare e affascinare sulla perfezione esecutiva e rappresentativa. L’elemento caratterizzante della sua pratica artistica è la capacità di Filippini di proporre all'osservatore, insieme al soggetto, le impressioni ricevute in un particolare momento, le luci, l’effetto cangiante dei colori e soprattutto l’emozione fuggevole di un attimo irripetibile.

Claudio Filippini è nato a Castenedolo (BS) nel 1953. Ha frequentato i corsi di disegno dell’Associazione Artisti Bresciani e la sua attività ha inizio nel 1976, anno della sua prima mostra personale alla quale faranno seguito altri numerosi eventi espositivi. Tra questi ricordiamo, nel 2003, la mostra personale curata da Maurizio Bernardelli Curuz, direttore artistico di Brescia Musei e integrata da una importante pubblicazione. Tra le ultime mostre a cui ha partecipato ricordiamo LUNA e l’altra. The art side of the Moon, dedicata al quarantesimo anniversario dello sbarco sulla Luna, e Marylin. Vive e lavora a Brescia.