Sei in: ARTISTI | SALVATORE ALESSI

SALVATORE ALESSI

San Cataldo, 1974

Un mistero umorale si annida nei volti dei protagonisti dei dipinti di Salvatore Alessi. Le loro espressioni sono punti interrogativi consapevoli di rimanere tali - di volto in volto, di personaggio in personaggio - si sviluppa un mondo che, chiedendo risposte, sa già di non poterne ottenere. Il racconto pittorico di Salvatore Alessi si sviluppa come un reportage sulle incertezze del tempo presente, un tempo coniugato in errore perenne, territorio degli strafalcioni, dunque non più capace di stabilire l’equilibrio delle coscienze. Originario di un paese nel cuore della Sicilia, in quell’entroterra aspro, fatto di terra e fuoco, di roccia e di sole, dove chi vi nasce e dimora ne prende le sembianze e le caratteristiche, dove il tempo segue ancora il naturale ciclo degli eventi e dove la riflessione introspettiva è possibile grazie ai rapporti umani.

Salvatore Alessi nasce nel 1974 a San Cataldo (CL). Frequenta l’Accademia di Palermo, dove si laurea in scenografia e incomincia il suo percorso artistico lavorando per il teatro Politeama di Palermo e il teatro Massimo di Catania, per poi arrivare al cinema dirigendo il film “Un uomo nuovo”. Dopo numerose mostre collettive, nel 2011 si tiene la sua prima personale a Roma per poi proseguire con una serie di esposizioni in luoghi istituzionali e gallerie di prestigio, tra cui la 54° Edizione della Biennale di Venezia a Torino presso la "Sala Nervi”. Ha partecipato a importanti concorsi tra cui Premio Arte e Premio Lissone, nel 2016 è uno dei finalisti del concorso Figurativas in Spagna e del Premio Combat, ma è negli Stati Uniti che trova il suo maggior successo. Vive e lavora a